Ottimizzare l'accesso alle informazioni

Google sostiene un Web libero e aperto

In Google crediamo nel libero accesso alle informazioni, perciò facciamo del nostro meglio per rendere quelle presenti sul Web disponibili per tutti gli utenti. Riteniamo che una società sia migliore quando permette a tutte le voci di essere ascoltate. Crediamo inoltre che i nostri utenti ricevano un servizio migliore quando hanno accesso a un'ampia gamma di contenuti provenienti da svariate fonti. Per questo non rimuoviamo i contenuti dai risultati di ricerca, tranne che in circostanze molto limitate, come in caso di rimozioni per motivi legali, violazioni delle nostre istruzioni per i webmaster oppure su richiesta del webmaster responsabile della pagina.

I risultati della Ricerca Google riflettono i contenuti sul Web

I nostri risultati di ricerca riflettono contenuti e opinioni già pubblicati sul Web, perciò in alcuni casi è possibile che vengano visualizzati risultati contenenti pregiudizi, attitudini e pratiche negative o materiali offensivi. Se il linguaggio della query di ricerca si avvicina a quello usato in un sito controverso, è possibile che questo si rifletta nei risultati. Tali contenuti non riflettono le opinioni di Google, ma riteniamo che un accesso aperto alle informazioni significhi che non dobbiamo rimuovere link semplicemente perché contengono opinioni o informazioni sulle quali molti potrebbero essere in disaccordo.

Lavoriamo costantemente per migliorare la Ricerca

Sebbene non sia sempre possibile, lavoriamo costantemente per evitare che contenuti di scarsa qualità o non pertinenti siano inclusi nei nostri risultati di ricerca. Non possiamo anticipare tutte le query di ricerca sottoposte. Infatti, ogni giorno il 15% delle ricerche che elaboriamo non è mai stato visto prima. Anche i contenuti sottostanti del Web sono in continuo aumento e cambiamento, con centinaia di nuove pagine pubblicate ogni secondo. Di conseguenza, cerchiamo di trovare soluzioni algoritmiche in grado di risolvere problemi che non riguardano una singola pagina dei risultati di ricerca, ma migliaia o milioni.

Tuttavia ci sono casi in cui rimuoviamo manualmente dei contenuti, oltre a quelli proposti dalle soluzioni algoritmiche. Ad esempio, incoraggiamo utenti e autorità a contattarci qualora rilevino contenuti che ritengono violino la legge. Per molti problemi, come ad esempio riguardo a privacy, diffamazione e incitamento all'odio, le nostre obbligazioni legali variano di paese in paese e diverse giurisdizioni sono giunte a conclusioni differenti a fronte di queste problematiche complesse. In tutti i casi di rimozione per motivi legali, condividiamo le informazioni riguardo alle richieste del governo nel Rapporto sulla trasparenza. Dove possibile informiamo i proprietari di siti web circa le richieste di rimozione tramite la Console di Webmaster.

Vogliamo mantenere gli utenti al sicuro e rispettare le leggi e norme culturali dei quasi 200 paesi in cui offriamo servizi. Cerchiamo di rendere le informazioni del Web disponibili per tutti gli utenti, tuttavia in alcuni casi rimuoviamo contenuti dalla Ricerca:

Norme
Espandi tutto Comprimi tutto
  • Immagini pedopornografiche

    Blocchiamo risultati di ricerca che indirizzano a immagini pedopornografiche.

  • Informazioni altamente personali

    Su richiesta rimuoviamo dai risultati di ricerca informazioni personali nel caso in cui riteniamo che possano causare danni specifici, come furto di identità o frodi finanziarie. Ciò include numeri di identificazione pubblici, come il codice fiscale, il codice del conto bancario, quello della carta di credito e immagini di firme. Se queste informazioni sono ampiamente disponibili, come nel caso di numeri di identificazione elencati su un sito web pubblico, normalmente non procediamo alla rimozione. Quando riteniamo che qualcuno stia abusando di queste norme per rimuovere altre informazioni dai nostri risultati, possiamo respingere le richieste. Soddisfiamo anche le richieste di rimozione dai risultati di ricerca di Google di immagini e video sessualmente espliciti o di nudo condivisi senza l'autorizzazione dei soggetti (un fenomeno chiamato anche "revenge porn").

  • Richieste di tipo legale valide

    A volte rimuoviamo contenuti o funzioni dai risultati di ricerca per motivi legali. Ad esempio, rimuoviamo contenuti quando riceviamo una notifica valida nel quadro del Digital Millennium Copyright Act (Legge statunitense sul copyright) (DMCA) o delle norme sulla protezione dei dati nell'UE. Rimuoviamo inoltre contenuti da versioni locali di Google in base alle normative locali, quando riceviamo notifiche che indicano che i contenuti costituiscono un problema. Ad esempio rimuoviamo dai nostri servizi in Germania qualsiasi contenuto che glorifichi illegalmente il partito nazista o, nel caso dell'India, qualsiasi contenuto che insulti la religione. Analizziamo queste richieste per verificare che siano fondate e spesso, quando non è presente una chiara base legale, ci rifiutiamo di rimuovere i contenuti. Quando possibile, mostriamo una notifica che indica che i risultati sono stati rimossi e segnaliamo la rimozione a lumendatabase.org, un progetto gestito dal Berkman Center for Internet and Society, che tiene traccia delle restrizioni alla libertà di parola online. Divulghiamo inoltre alcuni dettagli circa i casi di rimozione per motivi legali dai nostri risultati di ricerca tramite il nostro Rapporto sulla trasparenza.

  • Spam e malware

    Possiamo anche rimuovere dai risultati di ricerca siti che presentano comportamenti ingannevoli o manipolatori, progettati per ingannare gli utenti o gli algoritmi della Ricerca. Abbiamo chiare istruzioni per i webmaster, che condannano i comportamenti assimilabili allo spam e che forniscono un chiaro processo per fare ricorso nei confronti delle rimozioni una volta che le violazioni sono state risolte.

  • Richieste dei webmaster

    Rimuoviamo le pagine web dai risultati di ricerca su richiesta del webmaster responsabile della pagina.

  • Contenuti potenzialmente offensivi

    Con alcune funzioni della Ricerca, come il completamento automatico, forniamo informazioni in modo più proattivo allo scopo di offrirti quelle che stai cercando il più in fretta possibile, facendo attenzione a non mostrare contenuti potenzialmente sconcertanti e non richiesti. Per queste funzionalità abbiamo sviluppato norme che impediscono la visualizzazione di risultati contenenti pornografia, incitazione all'odio o violenza. Facciamo del nostro meglio per evitare che compaiano contenuti potenzialmente offensivi, tuttavia le funzioni della Ricerca sono algoritmiche e quindi non infallibili: accogliamo sempre il feedback degli utenti, che ci aiuta a migliorare i nostri algoritmi e a modificare i contenuti che violano le nostre norme.

  • Contenuti espliciti

    Inoltre forniamo SafeSearch come strumento per aiutare a escludere dai risultati di ricerca contenuti sessualmente espliciti e di violenza estrema. Puoi usare SafeSearch come filtro per proteggere i tuoi figli da risultati di ricerca espliciti su telefono, tablet o computer, ma ricorda che SafeSearch non è perfetto e che potrebbero comunque essere visualizzati alcuni contenuti espliciti.